Fiorentini si Cresce

Istituto degl'Innocenti



E' arrivata l'ora di aiutare l'istituto ad aiutare i bambini!!

Dove
Piazza della Santissima Annunziata, 12 Firenze
Quando
  
Ingresso
Contatti
Tel:
Fax:
Consigliato a

loggiato
loggiato
cortile
bottega
galleria
_N0Z6214
ghirlandaio_visita
Istituto degli Innocenti,
sei secoli d'impegno per i diritti dell'infanzia



L'Istituto degli Innocenti di Firenze opera ininterrottamente, da oltre sei secoli, a favore dell'infanzia e della famiglia. Fondato agli inizi del 1400, rappresentò la prima istituzione laica dedicata all'accoglienza dei fanciulli.
L'Istituto oggi è attivo nella realizzazione e sperimentazione dei servizi educativi e sociali, nello studio della condizione minorile e nella promozione dei diritti e della cultura dell'infanzia, in linea con gli obiettivi della Convenzione Onu sui diritti del fanciullo.
L' impegno per la tutela dei bambini e dei loro diritti, aggiornato con l'evolversi della cultura e della società, ha sempre trovato sostegno nelle donazioni di privati cittadini, associazioni ed aziende, a conferma di una diffusa partecipazione alla missione dell'Istituto.
Sede dell'ente è lo storico Ospedale in piazza della Santissima Annunziata, progettato da Filippo Brunelleschi e arricchito nel tempo da opere d'insigni artisti.
Il prezioso patrimonio storico e monumentale costituisce oggi il Mudi, Museo degli Innocenti.
L'Istituto degli Innocenti è un ente pubblico, Azienda pubblica di Servizi alla Persona, che agisce in autonomia statutaria attraverso un proprio Consiglio d'Amministrazione nominato dalla Regione toscana, dalla Provincia e dal Comune di Firenze.
Ulteriori informazioni su storia, missione e attività dell'Istituto sono pubblicate sul sito www.istitutodeglinnocenti.it

Le donazioni a favore dell'Istituto degli Innocenti si effettuano, specificando la destinazione, tramite versamento postale su c/c n. 28640506, intestato a Istituto degli Innocenti, o tramite bonifico bancario su c/c n. 536/01, IBAN IT35W0616002832000000536C01 - Banca CR Firenze - Agenzia 859 Filiale Enti e Tesorerie, Via del Castellaccio n. 36/38, - 50122 Firenze. Le donazioni godono delle agevolazioni fiscali previste dalla normativa per le aziende e le persone fisiche.


Accoglienza e servizi sul territorio
L'accoglienza ai bambini resta la prima e fondamentale missione dell'Istituto degli Innocenti che
ha adeguato i propri servizi al variare delle esigenze sociali. Negli anni '70 la grande struttura per i bambini abbandonati è stata rimodulata in case a gestione di tipo familiare.
Qui si accolgono temporaneamente bambini e madri dal territorio toscano, indirizzati dai Servizi Sociali territoriali o dall'autorità giudiziaria.
Sono nate così: la "Casa Bambini", oggi centro regionale per l'accoglienza di piccoli da 0 a 6 anni, la "Casa Madri", servizio per le donne, con figli o gestanti, in situazioni difficili, e la "Casa delle Rondini" per le madri nel periodo finale di un percorso protetto.
L'Istituto degli Innocenti, anche mettendo a disposizione propri immobili, promuove nel territorio toscano servizi innovativi per ragazzi e famiglie in collaborazione con altri enti pubblici e privati.
La prima esperienza, nei pressi di Borgo San Lorenzo, in Mugello, è il "Villaggio La Brocchi", progetto d'avanguardia in Italia per l'integrazione degli stranieri. Qui, in un antico borgo ristrutturato, si accolgono famiglie richiedenti asilo e rifugiati con bambini e si sviluppano servizi e iniziative di integrazione rivolte all'intera comunità locale.
Un nuovo servizio per adolescenti è stato creato con il centro "Canapè", nel comune di Campi Bisenzio nei pressi di Firenze. Ragazzi e i giovani vi trovano uno spazio di socialità e sostegno educativo, ascolto e formazione.
Un altro progetto sperimentale sta nascendo in Valdarno, vicino a Reggello (FI), dove l'Istituto ha recentemente messo a disposizione un'area di circa 850 mq per la realizzazione de "Il casolare e la serra", un centro polifunzionale per ragazzi disabili.


Ricerca, documentazione e formazione
L'Istituto degli Innocenti è una realtà di riferimento nazionale ed europeo per la promozione dei diritti delle giovani generazioni e realizza analisi, ricerche e attività informative e formative sulla condizione dei minori e delle famiglie e sulle relative politiche sociali, anche con progetti di sviluppo e di aiuto all'infanzia in altri Paesi.
Molte le collaborazioni e le committenze che legano l'Istituto a soggetti e istituzioni locali, nazionali ed europee.
Per il Governo italiano l'Istituto gestisce le attività del Centro Nazionale di Documentazione e Analisi dell'Infanzia e dell'Adolescenza, organismo che promuove l'informazione, la conoscenza, l'innovazione e il sostegno delle politiche rivolte ai cittadini minorenni.
Realizza il monitoraggio, formazione e informazione sul fenomeno dell'adozione internazionale per conto della Commissione Adozioni Internazionali. Ed è inoltre responsabile del segretariato di ChildOnEurope, la rete europea degli Osservatori sull'infanzia.
Per la Regione Toscana gestisce l'Osservatorio Regionale di documentazione per l'infanzia e l'adolescenza e collabora con diversi settori del governo locale attraverso attività di formazione e ricerca in molti ambiti.
Le attività riguardano in particolare: la conoscenza della condizione minorile, l'analisi dei bisogni e il monitoraggio dell'attuazione delle leggi specifiche, nonché la crescita della professionalità degli operatori e della qualità dei servizi rivolti all'infanzia, all'adolescenza e alla famiglia, assieme alla diffusione di corrette informazioni sui temi connessi.
Da alcuni anni l'Istituto è attento alla relazione tra i minori e i media. Oltre all'analisi della rappresentazione di bambini e ragazzi nei materiali audiovisivi - realizzata dal progetto CAMeRA , del Centro Nazionale Documentazione e Analisi sull'Infanzia e l'Adolescenza – ha creato l'Osservatorio sulla rappresentazione dell'infanzia e dell'adolescenza proposta dai mezzi di informazione. In quest'ambito monitora la stampa quotidiana sui temi delle nuove generazioni e pubblica periodici rapporti in collaborazione con l'Ordine nazionale dei Giornalisti
Tutto il materiale documentale è consultabile tramite la Biblioteca Innocenti Library, che ha sede all'interno dell'Istituto ed è gestita in collaborazione con UNICEF Irc.


"Formarsi agli Innocenti" l'agenzia formativa dell'Idi
L'Istituto degli Innocenti è attivo nell'ambito della formazione come Agenzia Formativa progettando e realizzando attività di formazione e aggiornamento professionale per quanti operano nei campi riguardanti l'infanzia, l'adolescenza, le famiglie, la maternità e la condizione della donna, per conto di soggetti di livello nazionale, regionale e locale, o attraverso la partecipazione a bandi di finanziamento.
Elemento caratterizzante la qualità dell'offerta formativa erogata dall'agenzia è la forte interazione che questa garantisce con attività di ricerca, analisi e documentazione sull'infanzia, con un approccio globale attento alle necessità informative e formative di quanti operano nel settore.
L'Istituto degli Innocenti è Agenzia Formativa accreditata nel sistema regionale di accreditamento della Regione Toscana ed è Organizzatore di eventi ECM .
Il sistema di gestione della qualità della formazione dell'Istituto degli Innocenti è certificato da DNV conforme alla norma UNI EN ISO 9001:2000 (ISO 9001:2000). Informazioni sulle attività formative dell'Istituto sono disponibili sul sito www.formarsi.istitutodeglinnocenti.it


I servizi educativi
L'attenzione all'infanzia e ai suoi bisogni sono alla base dei servizi educativi dell'Istituto degli Innocenti, condotti con una costante ricerca di innovazione e qualità.
Per la prima infanzia l'Istituto gestisce tre asili nido (Giocheria, Picchio e Nidino) e un Centro Bambini e Genitori, in convenzione con il comune di Firenze.
Ciascun servizio ha una propria caratterizzazione ed è dedicato ad una specifica fascia di età, per rispondere meglio alle esigenze dei bambini e delle famiglie. Tutte le strutture dispongono di spazi e giardini attrezzati per il gioco.
Ai bambini che non frequentano il nido l'Istituto mette a disposizione il Centro Bambini e Genitori, un servizio pomeridiano per il gioco e la socializzazione dei piccoli fino a tre anni. Il Centro offre anche ai genitori occasioni di scambio di esperienze e approfondimento delle tematiche dell'infanzia e dell'educazione.
Ai bambini più grandi, dai 3 agli 11 anni, l'Istituto propone le attività della Bottega dei Ragazzi, sezione didattica del Mudi, Museo degli Innocenti. Nella Bottega si tengono laboratori ludico-didattici ispirati all' "imparar facendo", tipico delle botteghe d'artista rinascimentali. I ragazzi si avvicinano, giocando, al patrimonio storico artistico e culturale della città e dell'antico Spedale e fanno esperienza di tematiche legate a "cittadinanza" e diritti.
Dalla particolare attenzione al rapporto dei più piccoli con i mezzi di comunicazione sono nati progetti sperimentali di educazione ai media dedicati a ragazzi, insegnanti e genitori, realizzati in collaborazione con gli enti locali e i servizi scolastici, tra i quali la proposta di lettura ragionata dell'informazione di Ragazzi e Stampa, con laboratori per gli studenti toscani delle scuole superiori di primo e secondo grado (www.ragazziestampa.it) .
Per conto della Regione Toscana nel 2007 ha preso avvio Trool, un progetto di alfabetizzazione all'uso di internet e del mondo del web 2.0, rivolto ai bambini di 8 – 12 anni, alle scuole e alle famiglie, che coinvolge enti locali, associazioni e istituzioni culturali.
Il portale Trool, in linea all'indirizzo http://www.trool.it/ e già in uso in molte scuole toscane, viene fatto conoscere attraverso una rete di interventi formativi per ragazzi, genitori e insegnanti, realizzati con operatori specializzati.

Il nuovo MUDI per la gestione del patrimonio artistico
L'opera sociale ed educativa dell'Istituto degli Innocenti, fin dalla fondazione ha avuto sempre una forte valenza culturale. L'attività di tutela dell'infanzia, la bellezza della sede monumentale e la sua importanza nella storia dell'arte, assieme all'intervento di artisti, pittori, scultori, chiamati nel tempo a fare bello il 'luogo' dell'accoglienza, hanno contribuito alla creazione di un centro di cultura aperto alla città e al mondo.
Per valorizzare il patrimonio storico-artistico dell'antico Spedale degli Innocenti e far conoscere meglio questo straordinario "luogo dei fanciulli" è nato Il MUDI , nuovo Museo Degli Innocenti.
ll MUDI comprende:
la Galleria dello Spedale, l'Archivio Storico e le attività didattiche della Bottega dei Ragazzi
La Galleria dello Spedale
Espone circa cinquanta opere, in maggior parte pittoriche, realizzate tra il XIV e il XVIII secolo. Le opere fanno parte del patrimonio artistico dell'Istituto formatosi nel corso dei secoli o per commissione diretta, o per lasciti, o per diritto di patronato. Spiccano alcuni capolavori
rinascimentali come l'Adorazione dei Magi di Domenico del Ghirlandaio e la Madonna col Bambino di Sandro Botticelli.
L'Archivio Storico
Conserva una vasta documentazione raccolta ininterrottamente dal XIV al XX secolo, unica nel suo genere per completezza cronologica e varietà di contenuti. Circa 15.000 documenti che testimoniano la vita dell'antico Spedale a partire dalla sua edificazione e quella dei numerosi enti ad esso riuniti nel corso dei secoli.
Dal 2004 il museo è oggetto di un processo radicale di rinnovamento. Per due anni un gruppo di lavoro multidisciplinare, che ha coinvolto storici dell'arte e dell'architettura, storici dell'infanzia, educatori museali, ha messo a punto il progetto museologico del nuovo MUDI.
Il nuovo museo dovrà fare propria la secolare vocazione dell'Istituto all'accoglienza e alla cura, ancora oggi caratteristiche essenziali della sua identità.
Il MUDI metterà in luce le profonde relazioni tra opere, architettura e memoria documentaria, che rendono così unico il patrimonio dell'Istituto e nel loro insieme permettono di raccontare la storia dell'istituzione e delle persone che nell'Ospedale sono vissute.


Può interessarti anche:

I nostri bambini potranno diventare "genitori adottivi" di un quadro o di una scultura antica ed i loro nomi saranno impressi su una targa al museo. La piccola Vittoria è gia "mamma" di un'opera d'arte...

ludoteca




Scarica gli allegati:
depliant-trool6.pdf Dimensioni: 1197 Kb
Inserisci un commento Caratteri rimasti:
Nome
EMail
Permetti la pubblicazione del tuo indirizzo email
Letto e Compreso Privacy
Commento inviato da: Mario RODIO in data: 22/11/2015
SONO RIMASTO AFFASCINATO DEL SERVIZIO VOSTRO SU RAI TRE LA OPERA MERITORIA SONO ENTRATO NEL SITO.SONO MOLTO CONTENTO SCOPRIRE UNA STORIA COSI POTENTE.IO HO LAVORATO IN MOLTE CITT&; TOSCANE,ANCHE IN FIRENZE,A SONO SINCERO NON CONOSCEVO TUTTO QUESTO BENE DI IDDIO AL SEVIZIO DEI FANCIULLI.SONO STATO PER MOLTISSIMI ANNI in Ing.C.OLIVETTI SPA.ADESSO IN PENSIONE.REALIZZO U'ARTE PARTICOLARE.DOVE RIESCO AD OTTENERE SIA LA VIBRAZIONE VISIVA CHE LA TATTILE.HO INVIATO IDEE DI COLLABORAZIONE

Newsletter

(c) 2018 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini