Fiorentini si Cresce

Trionfi di zucchero e finissime piegature alla tavola dei Medici: celebrazione di un antico matrimonio europeo



Con il Patrocinio di Expo 2015, Firenze ricorda uno spettacolare matrimonio che nel '600 stupì le Corti di tutta Europa. Di Stefania Rossi


Firenze rievoca un grande evento storico svoltosi in città nel 1600: le Nozze tra Maria de' Medici ed Enrico IV Re di Francia.

E lo fa con la nuova mostra allestita fino al 7 giugno 2015 alla Galleria Palatina di Palazzo Pitti "Dolci trionfi e finissime piegature. Sculture in zucchero e tovaglioli per le nozze fiorentine di Maria de' Medici" che ripropone il particolarissimo banchetto di nozze tenutosi a Palazzo Vecchio la sera del 5 Ottobre 1600.

Per l'occasione l'architetto-ingegnere Bernardo Buontalenti si occupò della progettazione della tavola regia, la cui dettagliata descrizione è giunta fino ai nostri giorni grazie al prezioso contributo di Michelangelo Buonarroti il Giovane.
Con le competenze manuali dello Scultore fiorentino Leonardo Bossio (per la Fonderia Artistica Del Giudice di Strada in Chianti) e del Maestro catalano Joan Sallas è stato quindi possibile restituire al pubblico moderno una fedele riproduzione dell'allestimento della tavola nuziale di Maria De'Medici.

Artisti di oggi che hanno avuto l'onore di riproporre questo prestigioso progetto ideato e realizzato all'epoca da famosi artisti rinascimentali quali Giambologna, Tacca, Mola e Buontalenti convocati a corte dai Medici con il compito di decorare e rendere memorabili le Nozze del nuovo Secolo.

Le più spettacolari sculture di zucchero e di tovaglioli preparate per lo straordinario evento che concentrò a Firenze l'attenzione di tutte le Corti "europee", hanno dunque ripreso forma più di 400 anni più tardi a Palazzo Pitti: una mostra per adulti e bambini (6+) che aderisce in tutto e per tutto allo sfarzo della grande e potente famiglia medicea fiorentina.

Stefania Rossi