Fiorentini si Cresce
L'AVVOCATO risponderà a tutte le vostre domande inerenti al tema bambini e loro genitori. Fai la tua domanda all'esperto

L’avvocato Cristina Cocchi si è laureata presso l’Università degli Studi di Firenze nel 1996. E' iscritta all'Albo degli Avvocati di Firenze, svolge la sua attività giudiziale e di consulenza nel settore civilistico; si occupa di rapporti di famiglia, separazioni e divorzi, figli naturali, di questioni ereditarie .
Si interessa da anni della tutela dei diritti relativi all’immigrazione. E’ mamma di Giorgia.


Via Aretina, 167/B
Tel./fax 055.2479482
mobile 338.7499759

Hai necessità di una consulenza giuridica? Questioni di affidamento o di mantenimento dei figli? Chiedi al nostro Avvocato, la Dott.ssa Cristina Cocchi.
zoom in

Figlio di coppia di fatto: uguali diritti oppure di serie B?


Cara amica
lei e il suo compagno siete una coppia di fatto. Nonostante queste unioni siano sempre più diffuse, il nostro ordinamento non equipara i conviventi ai coniugi con la conseguenza che in molti ambiti i conviventi sono trattati alla stregua di due perfetti estranei.
Per esempio: non vi sono diritti successori in capo al convivente (è necessario fare testamento); il convivente non può chiedere permessi di lavoro in caso di malattia del patner; non è prevista
pensione di reversibilità a suo favore; in caso di ricovero in ospedale, non hanno valore le autorizzazioni ad intervenire d'urgenza.

Detto ciò, il suo bambino non è certo considerato di serie B!
La filiazione naturale è pressoché equiparata a quella legittima: potestà genitoriale, obblighi di mantenimento, istruzione ed educazione. Vostro figlio avrà poi gli stessi diritti di successione per causa di morte al pari di un figlio legittimo. E anche in caso di crisi del rapporto, sono regolati in termini identici sia per il mantenimento che per l'affidamento (si applica la legge sull'affidamento condiviso).
Comunque aspetti di differenziazione ci sono. Il più rilevante (e spesso ignorato) è che il figlio naturale non acquista vincoli di parentela con i parenti dei genitori.
Sul tema, assai dibattuto, segnalo che è all'esame del Senato il disegno di legge n.2805 S, già approvato dalla Camera del Deputati, volto ad eliminare le residue distinzioni sia di merito che lessicali tra figli legittimi e naturali.

Un saluto e auguri per la sua gravidanza.

Avv.Cocchi
...
zoom in

Mamma e papà: quando i rapporti sono tesi


Concordo pienamente con i suoi legali: che male c'è? Quale colpa avrebbe verso sua figlia? Sua figlia sta bene con lei e anche con il padre. Se il Tribunale non ha vietato i rapporti tra il padre e la bambina significa che lo ha ritenuto idoneo ad accudire la figlia. E certamente il fatto che la bambina veda volenteri il padre lo conferma.
La saluto.
Avv. Cristina Cocchi

...
  <    5   ·   6   ·   7   ·   8   ·   9   ·  10   ·   11   ·   12   ·   13   ·   14    >   >|

Newsletter

(c) 2018 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini