Fiorentini si Cresce
Il PEDIATRA risponderà a tutte le vostre domande inerenti bambini. Fai la tua domanda all'esperto

Dott. Massimo Strano, laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Firenze e specializzato in Pediatria presso la stessa università presso il Dipardimento di Pediatria Opsedale Meyer.
Corso di perfezionamento in Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale presso l'Università La sapienza di Roma.
Presta servizio nel SSN dal 1990 presso la UO Pediatria Montevarchi della Asl Di Arezzo, dal 1997 presso la UO Pediatria e Neonatologia del Nuovo San Giovanni di Dio (Torregalli), dal 2008è responsabile della SS Pediatria del Nuovo Ospedale del Mugello, Borgo San Lorenzo, ASL 10 Fi.
Questo ospedale è parte del circuito UNICEF Ospedali Amici Del Bambino.
Tali ospedali si distinguono per la partcolare attenzione alla fisiologia e ad una minor medicalizzazione.
Particolare attenzione è posta alla diade madre bambino ed alla terapia e diagnostica senza dolore.



Problemi di salute del tuo bambino? Dubbi sulla sua crescita? Consigli per l'alimentazione, allergie e tanto altro. Il nostro pediatra Dott. M.Strano ti risponderà on line.
zoom in

La scoperta del pisellino


Per quanto riguarda il fatto che il bimbo si tocchi il suo pisellino, nulla. E' normale che una volta scoperto si tocchino, poi passa.
Per quanto riguarda il cane cercherei di fargli capire che non è il suo e che il cane non vuole, non vorrei che facendoli male possa morderlo per far capire che non vuole.
Fondamentalmente è la scoperta delle similarità e diversità. Vedrà quando scopre che non tutti hanno il pisellino. Un pò di pazienza.

Saluti MS
...
zoom in

Rotavirus


Andiamo per ordine. L' infezione da Rotavirus è sempre, specie per i lattanti, una infezione non di poco conto, percui perdita di peso dovuta alla diarrea e un ritardo nel ritrovare le feci normali è una cosa frequente.
Ci può essere frequente una ricaduta nei giorni seguenti. Detto questo ci si rprende velocemente. Dai dati che mi ha scritto direi che suo figlio è cresciuto normalmente, tenga presente che in linea di massima si raddoppia il peso della nascia sui 4/5 mesi e si triplica all' anno di vita, quindi a 8 mesi 8kg e 400 g. va bene, lo stesso si puo dire della lunghezza, di media si nasce di 50cm ed ad un anno si è lunghi 75 cm.
Suo figlio è lungo 74 cm!! Per l'alimentazione direi vista la crescita, di non insistere tanto ma di adeguarsi alle esigenze della creatura, non si mangia sempre eguale, succederebbe anche a noi, ma siamo un pò golosi.
Se la crescita è regolare, non si preoccupi. Qualsiasi evento nuovo può cambiare lo stato di benessere del piccolo, un raffreddore, un dentino, ma normalmente poi riprendono come prima.
Mi faccia sapere
saluti
MS
...
zoom in

Formicolio agli arti


Da quanto mi dice potrebbe essere dovuto alla compressione degli arti sui fasci vascolo nervosi, specie se il formicolio scompare alzandosi. Stessa cosa vale per posizioni durature e forzose a pc o Tablet. Mi faccia sapere. Saluti MS
...
zoom in

Patatina ustionata


Fermo restando che sarebbe meglio che la facesse vedere al suo pediatra, anche per vedere se si tratta di una infiammazione esterna o interna le possibilità sono che: o è una dermatite da pannolino esterna che con un paio di cremine (antibiotico, zinco ed eventualmente antimicotico) e più frequenti lavaggi passerà tranquillamente. Oppure è una candidosi curabile con antimicotico.
Comunque consiglio di farla vedere visto che mi parla di ustione.
Saluti
Dott. Massimo Strano

...
zoom in

Varicella nei lattanti


In considerazione che è un lattante di 5 mesi sono propenso ad usare l'antivirale o a 8 giorni dall'esposizione per una settimana (profilassi) o alla comparsa della prima vescicola (terapia) (le modalità sono varie).
I lattanti sono sempre un po' più a rischio di complicanze, anche se allattati (passaggio di anticorpi) e con madre che ha contratto in precedenza la varicella. Comunque con la profilassi o terapia si riducono notevolmente i possibili problemi.

Mi faccia sapere
MS
...
zoom in

Appendice auricolare


Molto dipende dall'entità dell'appendice e può associarsi ai problemi a cui Lei accennava, anche se non è ben dimostrato. Sicuramente i medici che hanno in cura suo figlio sono in grado di dare un giudizio. Durante la gravidanza avrà eseguito delle ecografie di controllo che avrebbero evidenziato eventuali anomalie. Se la cosa le crea ansia comunque un ecografia renale non è intervento che crea problemi, può essere eseguita a 10/15 giorni di vita.
Saluti
Dott. Massimo Strano
...
zoom in

Pisellino


Se la domanda è se sia normale che si tocchino e si tirino il pisellino, le confermo che, specie dopo l'anno, tendono a toccarselo e tirarselo!
Facendo questo possono stimolare l'emissione di urina. Ma non c'è di che preoccuparsi.
Guardi se non sia eccessivamente arrossato, tanto da poter dar fastidio e per questo sia portato a toccarselo.
Anche se a volte non si sa se sia nato prima l' uovo o la gallina...

Se dovesse essere una cosa eccessiva il toccarselo, e per questo intendo con la manina sempre lì, verifichi quanto le ho detto.
In genere poi passa.
Mi faccia sapere.
MS
...
zoom in

Tappo alle orecchie


Intanto bisognerebbe vedere se realmente vi è un tappo, e questo si può fare solo con un otoscopio!
Cosa che ovviamente comporta una visita da parte del pediatra.
Prima di questo non farei nulla di particolare, se non lavare il condotto uditivo esterno: mi raccomando però di non usare cottonfioc (spesso la causa dei tappi di cerume).

Saluti
MS


...
zoom in

Fastido all'orecchio


Credo che la cosa più giusta da fare sia far vedere l'orecchio al pediatra per evidenziare un interessamento esterno o medio dell'orecchio e nello stesso tempo un ispezione del collo. Tutto questo accompagnato ad una visita per una valutazione dello stato di sviluppo evolutivo generale. Non credo sia un problema uditivo.
Saluti
MS
...
zoom in

Pisellino rosso


Se il pepuzio è solamente arrossato e non gonfio, non dolente, può lavarlo con un po di amuchina diluita e cambiare il pannolino appena si accorge è bagnato.
Se dovesse gonfiare o essere dolente meglio farlo vedere.

Saluti
MS

...
zoom in

Si sveglia di continuo... e mamma è stanca!


Sì, può essere normale. Cerchi di portarlo fuori il giorno e controlli se la quantità di latte è adeguata. In genere gli allattati al seno tendono a cercarlo non solo per fame ma anche per il contatto.
Può essere normale anche di buttar gli occhi in sù. A volte lo fanno, se dovesse essere frequente e se ha dubbii provi a filmarlo e farlo vedere al suo pediatra.
Dottor Massimo Strano

...
zoom in

Pubertà precoce


Gent Signora Luisa, i casi di pubertà precoce non sono rari.
Ciò detto, affidandosi al suo pediatra di riferimento sottoporrà sua figlia ad un prelievo di sangue per dosaggi ormonali, ad una ecografia pelvica transaddominale per lo studio degli organi genitali interni, ed una ecografia ossea per stabilire l’andamento dei processi di crescita.
Con questi esami si può stabilire se il menarca è vicino o meno.
In alcuni casi si può decidere di fermare il processo in atto e rinviarlo nel tempo con una terapia ormonale. Data comunque la delicatezza della questione consiglio di riferirsi ad un centro di ginecologia dell’infanzia (ce ne sono nei maggiori Ospedali) o al proprio pediatra di fiducia.
Cordiali saluti, Dr.M.Santini
...
zoom in

Inappetenza


La disappetenza non è certo da imputare al mix di medicine, semmai a cosa ha causato la febbre.
Migliorando vedrà che riprenderà ad alimentarsi.
Il fatto che poi ci sia disappetenza verso certi tipi di cibo (pasta) ci può essere: basta non insistere con quel cibo e andare dietro alle preferenze del piccolo. Non insista, otterrà l'effetto contrario.

Mi faccia sapere

MS

...
zoom in

Ninna nanna e camomilla


Si certo, con poco zucchero e dopo che ha mangiato.
Si assicuri comunque di dare una pulizia ai denti che ci sono, anche strifinadoli con il dito, per evitare che il poco zucchero fermenti e leda i denti.
Tenga presente che quando si va a letto non è una buona abitudine di dare bevande o altro senza poi eliminare i residui.

Saluti
MS

...
zoom in

Sinechie


Per qualche giorno può anche non fare nulla in modo che la bambina si tranquillizzi.

Personalmento ho sempre usato un blando cortisonico locale per qualche giorno. Si mette il loco la sera, può farlo mettere alla piccola con il ditino se ci riesce, così abbassa la paura.
Tenga presente che le labbra si possono richiudere, ma non si aprono manualmente, ma ponendoci sopra la crema cortisonica.

Non sono un gran problema, basta tenerne conto e tenerle pulite.
Saluti
MS

...
zoom in

Apnee notturne


Cara signora da quello che mi descrive credo che una visita otorinolaringoiatrica da un medico dedicato ai bambini, non so dove abiti, se a firenze il Meyer ha ottimi otorini, sia la cosa più indicata!
La sintomatologia è suggestiva di una ipertrofia adenoidea ed una sua valutazione mi sembra necessaria anche per avere una valutazione dell'eventuale interessamento timpanico.
Le apnee notturne che mi riferisce sono uno dei motivi che richiedono quasta valutazione.
3 anni non sono pochi per poter fare questo tipo di visita specie da otorini pediatrici.

Mi faccia sapere

Saluti
MS

...
zoom in

Mi scottano i piedini!


Difficile dare una risposta dalla descrizione, specie se il segno descritto è unico e non associato a niente altro.
La cosa più probabile è che stando in una posizione che impedisca la corretta circolazione, possa portare a quello che viene detto " addormentamento della parte più distale", con presenza di formicolii.
Se continua credo che la cosa migliore sia farlo vedere da medico curante.

Saluti
MS

...
zoom in

Afte infantili


Dove sia dovuto al virus erpetico (area depigmentata) la terapia ai primi sintomi è un antivirale specifico. Questo come saprà è dovuto al virus che dopo la prima infezione si indova nei gangli satelliti per tutta la vita, e viene riattivato in occasioni di febbri o malattie varie (bolla della febbre).
Le afte di natura non erpetica, si curano con farmaci locali e secondo la loro causa a volte con un pò di cortisone.
Tutte queste cose comunque le sa il suo pediatra, a cui consiglio sempre di fare riferimento alla comparsa di tali manifestazioni.
Per il bruxismo, che non sottovaluterei, prenderei in considerazione un consulto con un dentista con competenze pediatriche, visto che la causa non è infrequente dovuta alla dentatura.
Saluti
MS


...
zoom in

Ho la febbre e non mi va!


Normalmente non si ha appetito quando non si sta bene, come avrà provato anche su di sé.
Fondamentalmente è anche una forma di difesa per convogliare energie verso l'ospite inatteso, la malattia, per poterlo combattere meglio. Si abbassano gli introiti esterni e si usano le riserve. Si beve di più. Non darei nulla di più se non bevande che il piccolo gradisce e nelle quantità che richiede, poi un biscottino o un pò di parmigiano se gradisce, comunque cibi leggeri e che gradisce!
Vedrà che migliorando tornerà l'appetito.
Saluti
MS

...
zoom in

Menigite B: vaccino sì o no?


Il consiglio è uno solo, SI.
Il meningococco tipo B è il più frequente nelle nostre zone e in Italia.
Non vi sono controindicazioni specifiche.
Saluti

MS

...
zoom in

Scroto del neonato


La colorazione scura omogenea della sacca scrotale è una cosa possibile con varia gradualità, anche in base all'origine dei genitori.
Tenga presente che soggetti mediterranei sono tendenzialmente più scuri degli Svedesi, tanto per capirci.
La sacca scrotale contiene più cellule pigmentarie per cui la pelle può apparire più scura.
Col tempo tenderanno a schiarire.
Cordiali saluti
MS

...
zoom in

Pannolino notturno


Credo che potremmo almeno per un po' soprassedere nel togliere il pannolino la notte e caso mai cercare di abituare la piccola a fare i suoi bisogni prima di coricarsi senza creare ansie, lasciando che le cose vadano a posto da sole acquisendo la maturità naturale.
Maturità, che come si sarà documentata è molto variabile. Se poi non ci dovessero essere acquisizioni, allora si potrà pensare a delle valutazioni mirate che devono comunque essere fatte da centri specializzati, per esempio il Meyer, per evitare inutili interventi.

Mi faccia sapere
Saluti.
MS

...
zoom in

Difese immunitarie


Immagino che il piccolo sia stato visto dal suo pediatra.
Rimanedo su un integratore può dare al bambino fermeti lattici presenti nello yogurt o prodotti che troverà in farmacia con fermenti tipo lattobacilli che aiutano sicuramete le difese.

Saluti

Massimo Strano

...
zoom in

Linfonodo


Dopo un episodio di diarrea non è raro che la mucosa anale infiammata possa aver stimolato linfonodi locali o i vasi locali (emorroidi) evidenziati da piccole palline, come dice lei, dolenti e dolorabili, che però scompaiono risolto l'episodio, velocemente anche solo con igiene delle parti interessate. Se questo non avviene faccia vedere " la pallina " al suo pediatra, vedere è sempre meglio per capire ed intervenire o non intervenire in modo corretto.
Mi faccia sapere.
Cordiali saluti
MS

...
zoom in

Febbre da vaccino


Se, come penso, è stata vaccinata per morbillo rosolia e parotite un paio di giorni con febbre è possibile, se alta usi la tachipirina.
Saluti
MS

...
zoom in

Muco bianco nelle feci


La presenza di muco bianco nelle feci può essere cosa normale anche senza aver avuto una stomatite, a maggior ragione se la ha avuta.
Se ora poi non si trova più del muco la cosa è passata; preoccuparsi no, ma un esame feci... perché no.
La stomatite è un'infezione di varia origine delle mucose del primo tratto del sistema digerente, che si può propagare al successivo, evidenziato dalla presenza di muco nelle feci.

Mi faccia sapere,
Cordiali saluti
Massimo Strano

...
zoom in

Testicoli


Cara signora è la prima volta che leggo tale definizione.
Devo presupporre che i testicoli non siano nello scroto ma a sede inguinale, cioè nel canale inguinale, craniale significhi presuppongo all'anello inguinale interno.
In poche parole non sono scesi entrambi nello scroto, loro sede naturale.
Chi ha chiesto l'ecografia voleva appurare dove erano, ammesso non si palpassero.
La valutazione chirurgica è d'obbligo, per una futura sistemazione nella sede naturale, se non avviene naturalmente.
Mi faccia sapere
saluti
MS

...
zoom in

Mal di gola: batterico o virale?


La presenza di placche non è indice solo di infezione streptococcia, vari virus possono causarne la presenza.
Adenovirus con anche elevazione dei valori di flogosi (Ves PCR, GB) e una sintomatolgia febbrile e dolorosa, non facilmente distinguibile da una faringite da streptoccoco.
Il virus della Mononucleosi che da una faringite con placche caratteristica. E altri.
Comunque sono più frequenti le faringiti virali che streptoccociche.
Un mal di gola ad inghiottire anche senza febbre è possibile.
La pediatra della sua bambina è sicuramente in grado di fare una diagnosi differenziale e di porre in atto la terapia più opportuna.

Saluti
MS

...
zoom in

Vescichetta


Potrebbe essere una piccola infezione localizzata di origine batterica (sarebbe sempre meglio vedere).
Come criterio ex juvantibus potrebbe mettere 2/3 applicazioni di una crema antibiotica.
La faccia vedere al suo pediatra.

Saluti
MS

...
zoom in

Piccole perdite


Difficile dare un giudizio senza vedere.
Può essere semplicemente una piccola perdita di urina mista a del muco che li è presente. Può essere una piccola infezione da miceti(funghi) che giustificano l'uso della pomata, e per questo ci vuole del di tempo per un miglioramento.
Se perdura si può fare un analisi urine e se non ci sono miglioramenti o peggiora, una coltura.
Comunque risenta il suo pediatra che sicuramente sa cosa fare.

Saluti
MS

...
zoom in

Ossiuri


E' possibile accertarsi anche solo visibilmente della loro presenza, specie se infestano la parte genitale femminile, causando prurito.
Questo perché l'infestazione è cosi abbondante da vedere i piccoli vermetti,1-2 mm, localmente.

Altrimenti la diagnosi, oltre che sospettandola dalla clinica, può essere appurata con un esame, test di Graham, che si effettua al mattino, al risveglio, prima del lavaggio, ponendo un pezzo di scotch all' orifizio anale per qualche minuto e mettendolo poi su un vetrino da microscopio.

La terapia andrebbe estesa a tutti i componenti del nucleo familiare.

Saluti
M.S.
...
zoom in

Cammina con "i piedi in dentro"


Penso che il suo pediatra avrà valutato questa problematica.

Il camminare con "i piedi in dentro", nella maggior parte dei casi benigna in bambini tra i 3 e i 5 anni, deve sicuramente essere valutata da un esperto, per poter escludere la presenza di alterazioni funzionali delle anche e ginocchia, asimmetrie degli arti, metatarsi vari, presenza di dolore, rientrando così nelle forme benigne che entro i 9 anni dovrebbero scomparire.

Saluti
MS

...
zoom in

Gonfiore dello scroto


Per quanto riguarda lo scroto che si gonfia, per questo sarebbe da valutare bene per la possibilità che questo gonfiore altalenante sia l'espressione della pervietà del canale che ha permesso la discesa dei testicoli nella loro sede naturale e la possibilità di ernie scrotali.
Ne riparli con la sua dottoressa.
Mi faccia sapere.
Saluti
MS

...
zoom in

Crisi di pianto e nervosismo


Le coliche possono produrre degli stati simili con pianto e nervosismo. Attaccarla al seno quando ci sono le coliche calma li per li, ma poi non passando si ripresenta lo stesso stato.
Se la pancina si presenta dura e con le gambe in continuo movimento, può essere utile sondare con delicatezza, usando un piccolo sondino, la parte prossimale del retto facendo fuoriuscire l'aria che detendendo la pancina attenuerà il dolore. L'uso di fermenti lattici si è dimostrato utile nel cambiare la flora intestinale diminuendo la presenza di fermentazioni che sono poi la causa delle coliche. Coliche che poi tendono a sparire spontaneamente.
Immagino comunque che la piccola sia stata visitata per escludere altre cause di pianto inconsolabile.
Mi faccia sapere
Saluti
MS

...
zoom in

Pipì addosso


Il fatto che alla televisione senta lo stimolo e di conseguenza va in bagno, mentre, come mi diceva, in altre occasioni no, può essere dovuto che in occasioni che lo impegnano con divertimento trascuri lo stimolo e preferisca giocare. Mentre ride, può succedere anche agli adulti -" me la sono fatta sotto dal ridere"- per mancanza di controllo. Detto tutto questo starei un pò a vedere. Senza preoccuparmi. In fondo ha ancora il pannolino la notte.
Mi faccia sapere

...
zoom in

Ha inghiottito un orecchino


E' sicura che lo abbia ingoiato? Se si, è vero che una radiografia può essere inutile ed una attesa per vedere se viene espulsa nelle feci è corretto. Se non è avvenuto questo si può fare un ecografia per vedere, se possibile, che non si sia fermato in alcuni punti durante il transito.
Può essere utile far mangiare più quantità di fibre che aiutano la progressione.
Mi faccia sapere

MS

...
zoom in

Alitosi del piccolo


Se stanno spuntando i dentini è possibile che si formino delle fermentazioni che danno alito cattivo.
La abitui a lavarsi i denti come un gioco e a sciaquarsi la bocca.
Se dovesse continuare mi faccia sapere.
Saluti
MS

...
zoom in

Pisellino arrossato


Provi a fare degli impacchi con amuchina diluita in acqua, dovrebbe migliorare. La somministrazione di una crema antibiotica locale ( gentalyn crema ) presuppone una visita da parte del suo medico.
Saluti

MS
...
zoom in

Occhietti storti


Consiglierei visita oculistica. Il piccolo ha 22 mesi e a questa età è meglio la consulenza specialistica.
Mi faccia sapere
Saluti
MS

...
zoom in

Prime scarpette


Premetto che è difficile valutare senza vedere, comunque penso che le sue bimbe siano, se pur premature, nei parametri normali di sviluppo visto che ad un anno gattonano e si alzano.
Sarei più propenso a seguire il consiglio del suo pediatra. I piedi nudi sono più stimolati naturalmente e i bambini prematuri e non, dovrebbero starci piu spesso, specie in casa.
Se non a piedi nudi usi dei calzeini antiscivolo.

Saluti
MS

...
zoom in

Prova sempre freddo


Concordo con il suo pediatra. Controlliamo che alla base delle manifestazioni non ci siano alterazioni dovute al metabolismo.
Poi se tutto va bene potremo pensare ad eventuali abitudini o segnali di disagio.
Mi faccia sapere.
Saluti
MS

...
zoom in

Cibi nuovi? No grazie


Se comunque gli alimenti che mangia sono completi, carboidrati, grassi, proteine, fibre e vitamine, non c'è nessun problema.

Molti bambini tendono a mangiare le solite cose, senza che ne risenta il metabolismo e la crescita. Poi col tempo, mangiano di tutto.
Tenga comunque presente che da piccoli alcuni alimenti non piacciono propio come sapore! Io mi ricordo per esempio che odiavo il prosciutto crudo e le rape rosse, cosa di cui ora vado matto.

Se la bimba sta bene ed il pediatra non riscontra deficit, direi di lasciar stare.
Saluti
Dott. MS

...
zoom in

Alimentazione: sempre la solita minestra...


Se l'alimentazione attuale è completa non ci sono problemi a continuarla. Vedrà che senza insistere poi la bambina cambierà comunque inserendo nuovi alimenti.
saluti
MS

...
zoom in

Stafilococco aureo


No.

La coltura positiva per siafilococco aureo, saprifita della cute, può essere un inquinamento.

Senza sintomi che per tale betterio sarebbero molto evidenti, non si fa nulla.
Saluti

MS

...
zoom in

Alimentazione


Sicuramente il seno in questo caso è anche un po' come la copertina di Linus, il distacco dalla madre. Cmq vedrà che la cosa poi si risolve. Ci vuole un po' di calma e da quanto mi sembra di capire lo svezzamento lo aveva già iniziato.
I bambini passano delle fasi in cui, se cosi si può dire sono un po' stufi della solita cosa, cerchi di variare i cibo vedrà che non ci saranno problemi. Se mi permette una cosa, cerchi di dare cibi più semplici, senza ricorrere a cibi di cui non si sa bene come siano fatti. Il fruttolo non mi sembra eccezionale, buono al gusto ma ... Cerchi la qualità e semplicità.

Saluti
MS

...
zoom in

Ossicini scricchiolanti


Le articolazioni sono mobili e si possono far schioccare sotto la pressione. Certo in certi limiti che sicuramente la visita della sua pediatra avrà accertato.
Le fratture comporterebbero una limitazione della funzionalità e sicuramente dolore. Specie nei primi giorni di vita ciò può accadere, e crescendo prendendo più consistenza tutto il sitema articolare, muscoli compresi, si dovrebbe assestare meglio con la scomparsa di questi schiocchi.
Mi faccia sapere.
saluti
MS

...
zoom in

Biberon: microonde sì o no?


Sì è vero se ne sentono dire di tutte, ma non ho trovato nulla di scientificamente a supporto che in un senso o nell'atro ne indichino o sconsiglino l'uso.
Comunque credo, personalmente, che nel dubbio sia meglio scaldare col vecchio sistema del bagno maria come si dice.
Un'immersione in acqua calda è sicuramente la soluzione più sicura.
E' un po'come le bottiglie di plastica di acqua, che non devono essere esposte al sole, per possibili rilasci di radicali...
Saluti
MS

...
zoom in

Febbre rapida


Molto probabile che siano episodi di contatto con virus che possono dare quadri simili.
Questo se poi si innesta sulla frequenza di asili è cosa quasi routinaria.
Una domanda la temperaturà è effettiva? Ascellare o inguinale?
Eventualmente se si ripresentasse farei un semplice esame urine.
Mi faccia sapere
saluti
MS

...
zoom in

Stitichezza


Il fatto che cammini in punta di piedi è il segno che il piccolo si oppone alla defecazione, è un classico atteggiamento, e questo porta ad una concentrazione delle feci rendendole più dure.
Guardi se il bambino ha delle ragadi anali che dolendo intensamente al passaggio di feci dure lo portano a trattenerla ( vi sono tracce di sangue?).
Se ci dovesse essere una ragade la curi localmente con un prodotto locale a base di antibiotico ed un pò di cortisone.
Importante è ammorbidire le feci, con prodotti adatti (paxabel o simili) fare dei clisteri con olio di vasellina e acqua al 50% almeno finche le feci assumono una consistenza normale. Il tutto per interrompere il cerchio.
Comunque prima di tutto questo faccia visitare il piccolo dal Pediatra.
Per il resto la cosa è più complicata ed un ambinte difficile ha sicuramente effetto sulla psiche del bambino anche se non lo da a vedere.
Qui sta alla maturità dei genitori e al supporto dei parenti stretti.
Mi faccia sapere
saluti
MS

...
zoom in

Adenoidi e tonsille


Il peso deve essere valutato in base all'età del piccolo percui non saprei dire se è adeguato.
Vedrà comunque che dopo l'intervento, se l'ostruzione e le apnee avevano influenza sull'accrescimento, il bambino fiorirà.

L' anestesia sarà generale, pensi che tanti anni fa venivano affettuate senza anestesia e si può immaginare il trauma.

L'ansia è normale per qualsiasi genitore, anormale il contrario.

Mi faccia sapere
Saluti
MS

...
zoom in

Lingua a "carta geografica"


Da come la descrive potrebbe essere la lingua a carta geografica condizione benigna di cui non si conosce la causa, anche se è stata associata ad allergie e psoriasi, e che come terapia non si usa nulla eccetto un colluttorio se desse fastidio, specie assumendo sotstanze irritanti.
Spesso vi è un altro soggetto in famiglia che ha la stessa sintomatologia.
Altre forme di stomatite si possono associare a dolore intenso, febbre e sanguinamenti come nell' Herpes, o ad altre forme infettive ma che si accompagnano ad altra sintomatologia.
Comunque dato che è difficile dare giudizi senza vedere, la consiglio di far visitare il bambino dal pediatra per un miglior inquadramento ed eventuali accertamenti.

Saluti
MS

...
zoom in

Soluzione per antibiotico


Efficace è sempre efficace, solo sarà più diluito quindi con un dosaggio inferiore a parità di cc di soluzione.

MS
...
zoom in

Latte e biscotti dopo cena


Che dire... sicuramente è un aumento delle calorie che se la bimba mangia regolarmente non sarebbe necessario. Il rischio è che si tenda al sovrappeso.
Le abitudini vengono date dai genitori sia le buone che le meno, diciamo, indicate.

Comunque ne parli con suo pediatra che conoscendo meglio la situazione è il più adatto a dare dei coonsigli di educazione alimentare.
Tenga presente che circa il 30% dei bambini è sovrappeso.

Saluti

MS

...
zoom in

Doppi capezzoli


I mammiferi  (gatti, cani ecc) hanno più capezzoli, cosa che l'uomo ha perso nella espressività genetica.
A volte però ci sono bambini, più spesso di quello che si pensi, che hanno uno o più capezzoli sopranumerari. Nessuna preoccupazione se non estetica. Normalmente sono più piccoli se non appena accennati.
Saluti
MS

...
zoom in

Febbre ed orticaria


Orticaria: malattia la cui genesi è variabilissima.
Nel suo caso ha fatto bene a sospendere il nurofen nel dubbio che potesse essere la causa dell'orticaria. Tenga presente che l'orticaria può spesso essere causata anche dagli stessi virus in causa nella malattia, ma non è sempre facile fare una diagnosi etiologica.
detto questo nel futuro userei per la febbre la tachipirina, riservando il nurofen a febbri che non calino con la tachipirina.
MS
...
zoom in

Linfonodi reattivi


Credo che un atteggiamento di vigile attesa sia la cosa migliore.
Se tutto negativo, esami e esame obbiettivo, e il piccolo sta bene conviene lasciar stare.
Tenga presente che le stimolazioni dei linfonodi, immagino laterocervicali, in questo periodo sono notevoli da parte di un gran numero di agenti infettivi soprattutto virus, per cui la reazione da parte dei linfonodi è intensa. Il lavoro dei linfonodi è di difesa e il loro aumento è espressione di attività antinfettiva.
Comunque ne riparli con il suo pediatra che sicuramente sprà cosa fare al meglio.
MS

...
zoom in

Pisellino rosso e dolorante


Da quello che mi dice sembrerebbe una balanopistite (infiammazione del prepuzio), probabilmente dovuta alla presenza di aderenze o ad un prepuzio stretto.
Appena può lo faccia vedere al pediatra, nell'immediato: impacchi con amuchina diluita e applicazione di gentalyn beta crema tre volte al giorno per 5/6gg.

MS

...
zoom in

A scuola c'è la scabbia


Ma nulla direttamente. Tenga presente che per contrarre la scabbia bisogna avere dei contatti stretti con soggetti che la abbiano, soprattutto i familiari del soggetto.
L'incubazione è di 2/6 settimane.
Normalmente non si usano farmaci preventivi.
Se compaiono lesioni dopo il periodo di incubazione in sedi tipiche, polsi, mani, dita, si può intervenire.
Gli acari sono sensibili al caldo, casomai lavi a temoertura alta (90°)gli indumenti intimi, se ha il sopettoche si possano avere avuti contatti stretti.
Mi faccia sapere
MS

...
zoom in

Aderenze al pisellino


Metta la sera un poco di crema al cortisone per un mese, la ginnastica non serve.
Se in un mese le aderenze si staccano (sotto compaiono come delle perle chiare?) Ok.
Se le aderenze sono come penso, normalmente tendono a risolversi da sole: se non vi sono episodi infiammatori non è necessrio sbrigliarle dal chirurgo che comunque è un intervento indolore (anestetico locale) e veloce.
MS

...
zoom in

Crescita del neonato


Bisognerebbe saper secondo le curve di crescita come effettivamente è stata la crescita.
Penso che il pediatra abbia sicuramento controllato questo.

In linea di massimo tenga presente che i bambini raddoppiano il peso della nascita sui 4-5 mesi e lo triplicano all'anno.

Bisogna tener conto anche della variabilità personale. Tutte cose che il suo pediatra avrà valutato sicuramente. Se non lo ha fatto, consiglio un eco addome e se tutto è normale mi darei un po' di tempo. Anche i cambiamenti di alimentazione a volte influscono, tutto nella normalità cmq.
Mi faccia sapere.
saluti MS

...
zoom in

Non ne vuol sapere di usare il bagno!


Controlli se non ci fossero delle ragadi che causando dolore, tendono a far trattenere le feci che cosi si induriscono amplificando l'eventuale dolorosità.
Faccia visitare la piccola dal suo pediatra e se non si rilevano problemi locali o generali, sarei per non farsene un problema lasciando che la bambina usi il pannolino; vedrà che le cose andranno a posto da sole.

Mi faccia sapere.
Cordiali saluti
MS

...
zoom in

Maestra, possiamo andare in bagno?


Risposta alquanto difficile.
La problematica è molto soggettiva, anche se in linea di massima un bambino sano di quell'età può tranquillamente andare a fare pipi 2/3 volte al giorno.
Certo che bisogna educarli se chiedono di andare appena arrivano a scuola permettiamolo, poi se sani, possono tranquillamente arrivare alla fine delle lezioni.
Sorge il sopetto che lo facciano apposta.
Si informi dai loro genitori come si comportano a casa e si comporti di conseguenza.
MS
...
zoom in

Nausea improvvisa del bambino


Gentile Sig.ra, mi scuso del ritardo dovuto alla mia assenza ed alla mancanza di un pc.
Non so se anche ora persistono tali sintomi, se si farei fare anche un indagine ecografica dell'apparato digerente, e completerei, se non già fatto, gli esami ematici aggiungendo alla solita routine ferritina, RAST alimenti e inalanti, helycobacter pylori, e weber. Comunque mi rivolgerei al suo pediatra perché tale sintomatologia non deve prescindere da una visita.

Mi faccia sapere.

Cordiali Saluti
MS

...
zoom in

Mal d'orecchio


Con la presenza di infiammazione delle vie respiratorie specie alte (rinite ecc.) la possibilità che vi sia un risentimento dell'orecchio può essere cosa frequente.
L'infiammazione locale dovuta al raffreddore chiude lo sbocco del canalino (tuba di eustachio) che drena il muco dell'orecchio medio e questo può provocare dolore. Non è detto che la membrana timpanica sia sempre arrossata.
Detto tutto ciò a volte può essere interessato anche il padiglione auricolare (gonfio) e le cause sono le più varie, dall'allergia, ad una puntura d'insetto all'infiammazione locale.
Detto questo se ci sono stati più episodi di otalgia/otite è buona norma fare una visita otorinolarigoiatrica specie per valutare la mobilità della membrana timpanica o eventuali ipoacusie.
Ma sicuramente il suo pediatra è in grado di consigliarla al meglio.
Mi faccia sapere
MS
...
zoom in

Unghie deboli


La mancanza di ferro può essere una rara causa di unghie più deboli e fissurate.
Il mangiarsele è un'abitudine che hanno molti in momenti di stress o concentrazione.
saluti
MS
...
zoom in

Fegato ingrossato


Il vaccino è solo per l'epatite B, ne esistono altre senza vaccino per ora. L' epatite A ha il vaccino ma non viene effettuato di routine.

E si, si può guarire.
Tutto questo se è un' epatite e se il fegato è veramente grosso, non solo a causa di epatiti.

Mi faccia sapere
Saluti

MS
...
zoom in

E se le altre si truccano all'asilo?


Per me si è comportata bene.
Non manderei una bambina all'asilo conciata come una donna adulta.
Se è poi per giocare con le cose della mamma compreso lo smalto penso che a casa si possa fare. Immagino che proverà sicuramente le scarpe con il tacco.
Tutto deve essere un gioco controllato da Lei.
All'asilo si va, secondo me, da bambini quali sono.
Saluti
MS
...
zoom in

Otite


Con la presenza di infiammazione delle vie respiratorie specie alte (rinite ecc.) la possibilità che vi sia un risentimento dell'orecchio può essere cosa frequente.

L'infiammazione locale dovuta al raffreddore chiude lo sbocco del canalino (tuba di eustachio) che drena il muco dell'orecchio medio e questo può provocare dolore. Non è detto che la membrana timpanica sia sempre arrossata.

Detto tutto ciò a volte può essere interessato anche il padiglione auricolare (gonfio) e le cause sono le più varie, dall'allergia, ad una puntura d'insetto all'infiammazione locale.
Detto questo se ci sono stati più episodi di otalgia/otite è buona norma fare una visita otorinolarigoiatrica specie per valutare la mobilità della membrana timpanica o eventuali ipoacusie.
Ma sicuramente il suo pediatra è in grado di consigliarla al meglio.
Mi faccia sapere
MS

...
zoom in

Reni


Credo che la cosa principale sia da escludere un' infezione delle vie urinarie (in seguito ad una visita da parte del medico curante ) o prendere in considerazione altre possibili patologie che possono coinvolgere il sistema urogenitale.
Quindi visita dal pediatra esame urine ecc.
Mi faccia sapere
Saluti
MS

...
zoom in

La solita minestra...


Non è infrequente che bambini ritardino l'introduzione di cibi piu solidi e diciamo più interi, nel senso con una consitenza maggiore.
Le cause le ha appena dette lei; tendenza a conati di vomito e paura della mamma.
La consistenza maggiore puo stimolare il faringe non abituato e stimolare la reazione di tosse e vomito.
La cosa migliore è di non farsene un problema.
Può introdurre nuovi cibi che possono essere comunque frullati, semmai meno finemente, e piano piano aumentarne la cosistenza. Vedrà che piano piano il piccolo mangerà poi normalmente masticando. Non è necessario correre ognuno ha i suoi tempi.
Mi faccia sapere
MS
...
zoom in

Si copre gli occhi


Puo' essere semplicemente un abitudine, come si dice un vizio.
Bisognerebbe sapere da quanto tempo lo fa, se gli occhi presentano un irritazione di varia natura, infezione, allergia, se avviene in piena luce o anche in ombra.
Le variabili sono tante.
Guardi per come e quando avviene questa azione, comunque faccia vedere la bambina al suo pediatra, anche vizi di rifrazione possono irritare gli occhi.
MS

...
zoom in

Son sempre bagnato dopo la pipì... uffa!!


Il fatto che il prepuzio resti un pò umido dopo la minzione ed il lavaggio è cosa normale.
A volte non si capisce come di una cosa ci si renda conto solo in un dato momento, ma capita.
Altre cause tipo un infezione locale lascierebbero segni sulle mutandine, se non dolore locale ed irritazione.
Una perdita di urina anche se minima potrebbe esserci con un infezione delle vie urinarie senza sintomatologia, direi rara.
Comunque faccia un esame urine normale per escludere tutto.
Poi se è ok vedrà che la cosa non verrà piu avvertita.
Mi faccia sapere
Cordiali saluti
MS

...
zoom in

Piega la testa davanti alla tv


Detto cha a volte i bambini hanno vizzi di postura della testa dettati solo da come stanno seduti, credo che una visita oculistica se la cosa perdura sia una buona cosa, sia per valutare la vista sia il fondo dell'occhio. Un'occhiata anche da parte dell'otorino non sarebbe poi male se continua in questo atteggiamento.
Mi faccia sapere.

Saluti
MS

...
zoom in

Dopo mangiato... corre al bagno


Se le feci risultano normali e, immagino le visite del medico curante non hanno rilevato alcun particolare, ed eventuali ricerche sono risultate negative, la cosa può anche essere normale.
Ogni volta che mangia?
Teniamo presente che l'evacuazione è composta anche da una componente di abitudine e di sensibilità individuale.
Provi con fermeti lattici tipo Reuflor o simili che tendono a normalizzare la flora batterica intestinale che a volte possono interferire sulla motilità intestinale.
Mi faccia sapere.
Saluti
MS

...
zoom in

Nido o baby sitter?


Capisco la problematica, ma bisogna porsi una domanda.

E' necessario mandare il piccolo al nido? Non vi è altra soluzione?
Credo che potendoselo permettere è meglio che il bambino vada all'asilo al terzo anno di vita, e che prima sia accudito se ci sono, dai nonni, tata e genitori.
Quindi sono in accordo con il vostro pediatra.
Questo perché è preferibile entrare in comunità con tutto quello che ne cosegue (aumento delle possibilità di infezioni che sono una cosa normale) dopo il terzo anno di vita, quando si sarà più pronti.
La socializzazione può sempre essere fatta anche negli anni precedenti. Detto questo ci sono situazioni (lavoro dei genitori, assenza di nonni ecc.) che impongono il dover inserire al nido il piccolo.

Si dovranno aver fatto tutte le vaccinazioni e si dovrà mettere in conto che il bambino si potrà ammalare e spesso sarà piu a casa che al nido.
Non vi è un età piu adatta per il nido, comunque più avanti possibile.

MS


...
zoom in

Feci bicolore: ragade anale?


Può essere dovuto al fatto che suo figlio trattiene la defecazione, per presenza di una ragade o per pigrizia percui le feci, che normalmente si disidratano per recupero dell'acqua, tendono ad indurisi con un tappo più scuro a cui fa seguito dietro feci normali morbide.
Verifichi l' eventuale presenza di regade. Può aiutare il piccolo a ristabilire la defecazione normale dando degli emolienti per le feci, senta il suo pediatra.
Detto questo ci possono essere altri rari motivi di indurimento delle feci (intolleranza al glutine, intolleranza al latte ecc.) di cui è meglio parli con il pediatra del piccolo.
Saluti
MS

...
zoom in

Scarlattina recidiva


Le infezioni delle vie respiartorie sono per la maggioranza dei casi di origine virale, con un corteo di sintomi spesso molto simili tra loro ed anche simili ad infezioni di origine batterica, anche se questo hanno un interessamento più provante per il paziente. Non è facile distingurle, essendo la variabilità clinica per ogni soggetto enorme.

Tenga presente che ho conosciuto pazienti con una storia di scarlattine recidivanti tali da sopettare che forse non tutte lo erano!!! Questo per dire che spesso viene esagerata la sua reale frequenza. Poi la scarlattina non è altro che l'espressione cutanea dell' infezione dovuta a streptococco che molto più spesso avviene senza esantema.

Detto tutto questo, i comportamenti possono essere: non dare antibiotici basandosi sulla clinica, epidemiologia ed esperienza del medico, oppure dare un antibiotico per combattere eventualmente lo streptococco, che per fortuna è ancora sensibile ai piu comuni antibiotici.
Gli esami li riserverei per casi particolari o per sgombrare il campo da dubbi.
Mi faccia sapere
MS

...
zoom in

Micosi oppure no?


Dalla sua descrizione il sospetto di una micosi non era infondato, ma la mancata risposta alla terapia (se ben eseguita) può far pensare anche ad una forma dermatologica chiamata Pitiriasi rosea, visto la comparsa di altre macchie satelliti che normalmente tendono s scomparire rimanendo la macchia iniziale(macchia madre).
Se così fosse la terapia è solo idratante per la pelle ed uso di antiistaminici se vi è prurito.
Comunque data la difficoltà di fare diagnosi differenziale la consulenza con un dermatologo è essenziale.
Anche per eventualmente fare un esame diretto per escludere una micosi.
Mi faccia sapere
MS

...
zoom in

Terapia prolungata


Buon giorno,
3 settimane sono un periodo abbastanza lungo, penso che sia stato necessario per la patologia a cui serviva.
I farmaci possono avere effetti colaterali che vanno valutati ogni volta che si prescrivono, cosa che avrà certo fatto il suo medico, valutando i costi benefici.
MS
...
zoom in

Linfonodo gonfio


La PCR o proteina c è una proteina che si eleva per i più svariati fatti infiammatori e metabolici, prodotta dal fegato.
Da come mi scrive non capisco bene i valori di riferimento e se ci sono altre proteine considerate. Comunque valori di PCR di 8 si trovano frequentemente per i fatti infiammatori specie nel caso della sua bambina con positività ad Adenovirus.
Tali valori non vanno letti comunque da soli ma contestualizzati con gli alltri esami effettuati.
Un linfonodo rigonfiato capita spesso e in base alla clinica ci si orienta (dolente o non dolente, arrossato o meno ecc.), cosa che sicuramente avrà fatto il suo medico.
Normalmente ci prendiamo un periodo di attesa per verificare il suo comportamento.
Pensare ad altro come Lei ha letto in internet, (cosa che io mi permetto sempre di sconsigliare, bisogna saper interpretare quello che si legge) è una evenienza che viene considerata solo su particolari rilievi ematochimici e clinici.
Per cui mi prenderei un attimo di pausa, penso che sarà stato simministrato antibiotico, rimandando la valutazione dopo una decina di giorni.
Mi faccia sapere.
MS

...
zoom in

Frequenti episodi febbrili


Sono anche io a conoscenza che alcuni soggetti con inolleranza al lattosio presentavano episodi febbrili che alla sopensione dell'assunzione di tale elemento sono scomparsi. Però non saprei che valore scientifico dare, ne ho trovato elementi che supportino tale ipotesi, se non un criterio ex juvantibus.

Per quanto riguarda gli episodi febbrili che mi riferisce, vedo che sono stati fatti tutti gli accertamenti che normalmente vengono fatti e che non hanno dato risposte particolari.
Il caso in se può anche rientrare nella norma, anche se gli episodi a quanto mi dice sono vari.
Bisognerebbe vedere se sussitono fattori, come la presenza di fratelli, frequenza della scuola materna, che possono giustificare tali episodi, vista la negatività degli accertamenti.
Esistono anche malattie di origine genetica, rare, che possono causare episodi febbrili (febbre mediterranea) ma penso che saranno state prese in considerazione dai colleghi.
Con un episodio febbrile specie in bambini di un anno la visita medica è quella che derime sul dare o non dare un farmaco.
Mi faccia sapere
MS


...
zoom in

Fortissima emicrania


Francamente fra laringoscopi e malditesta non vedo collegamenti.
Perchè una laringoscopia?
Vedo che sono stati richiesti esami e visita neurologica con EEG, e la cosa va bene.
I malditesta sono insorti dopo episodio febbrile con rinite? Se no si potrebbe oltre al resto pensare anche ad una sinusite?

Mi faccia sapere
MS
...
zoom in

Nodulo alla coscia


Direi di si.
MS
...
zoom in

Balbuzie infantile


Come già ha detto lei, nella fascia di età 3-5 anni la balbuzie è una condizione benigna e transitoria nella maggioranza dei casi, che non richiede trattamento specifico.
Nel caso della sua bambina vi è un arresto all'inizio della frase (tipo tonico).
Gli altri due tipi sono clonico: con ripetizione della sillaba e misto: con prolungamento della ripetizione della sillaba.
Comunque dato che la cosa è insorta da poco, esclusi che vi siano situazioni stressanti dentro o fuori l'ambiente familiare (si informi con discrezione dell'ambiente esterno), pregressi episodi infettivi, suggerirei un periodo di osservazione senza far pesare assolutamente la cosa alla bambina.
Non aiutatela nel iniziare la frase, fate come se nulla fosse.
Fatemi sapere. Normalmente la cosa finisce come è iniziata. Solo nel perdurare a lungo, possono essere necessari interventi del logopedista.

MS

...
zoom in

Forte tosse


La somministrazione di farmaci in linea generale deve sempre tener conto dei costi benefici.
In poche parole se servono e sono necessari anche lievi effetti collaterali possono essere sopportati .
La tosse è sempre un problema per i genitori, bisogna vedere cosa questo sintomo significhi e quanto sia importante.
Se è una tossetta che si presenta di giorno ai primi freddi di breve durata e lascia tranquillamente dormire di notte non mi preoccuperei molto, altrimenti consulterei il medico curante per vedere se non è il sintomo di qualcos' altro.
L'uso del cortisone deve sempre essere mirato e meglio se prescritto da un medico.
Per quanto riguarda la seconda domanda, a 2 anni se l'alimentazione è corretta e non sussistono malattie particolari che necessitino di Vit.D, questa non è necessaria come supplemento.

Massimo Strano.


...
zoom in

Episodi di afonia


Con episodi infettivi delle alte vie respiratorie (rinite, faringite) è possibile che appaia un afonia per via dell'interessamento del laringe.
Laringite, laringite ipoglottica (tosse abbaiante) sono spesso la sequela ad episodi anche senza la presenza di febbre.
Solitamente virali, non necessitano di cure particolari nella maggioranza dei casi anche per la scarsa sintomatologia e la breve durata.
In alcuni casi si possono usare presidi come cortisonici per areosol (clenil per esempio: mezzo flaconcino + 1 ml di soluzione fisiologica) oppure bentelan 0,5mg cpr effervescenti per alcuni giorni se la sintomatolgia è più importante.
Indagini più approfondite andranno fatte eventualmente se gli episodi sono molto frequenti e importanti.

Mi faccia sapere.
M.S

...
zoom in

Crescita "ferma"


Tenga presente che i bambini all'anno di età misurano in media 75 cm, pesano tre volte il peso della nascita, e la circonferenza cranica 47 cm. Questo corrisponde al 50 percentile. Bisogna tener presente da che misure siamo partiti, e soprattutto come si è svolto l'accrescimento. Mi sembra che il suo bambino rientri in questi parametri, e da quanto capisco non ha avuto un decremento dellla crescita. Teniamo presente che ha questa età assistiamo a volte a degli stop di crescita che poi riprende regolarmente. Tenga presente che la crescita dopo l'anno di età non è più come nel primo anno.
Mi sembra che l'atteggiamento di attesa del suo pediatra sia la cosa giusta visto la negatività degli esami e il controllo della dilatazione asintomatica delle via renale sn.
Poi passato il tempo deciso il pediatra di suo figlio saprà sicuramente cosa fare; a volte un pò di pazienza (un paio di mesi che non influiscono nulla visto la normalità degli esami) è meglio che sottoporre il bimbo ad inutili esami.
Mi faccia sapere.
Saluti
MS
...
zoom in

Piede piatto


Credo che in considerazione dell'età (6anni) e del fatto che sia solo a sinistra, il farlo vedere all'ortopedico sia una considerazione giusta.
Mi faccia sapere

MS
...
zoom in

Si va alla materna


E' sempre un periodo della vita del bambino e dei genotori difficile. Il primo distacco è un momento che può sembrare insuperabile, ma non lo è.
Mi sembrerebbe strano che il bambino non piangesse le prime volte e che i genitori non si sentissero in colpa.
Ma una volta deciso la necessità di porre il bambino ad una scuola materna basta avere un pò di pazienza ed anche con l'aiuito degli educatori vedrà che la bambina si inserirà tranquillamente.
Può far portare con se alla bambina un gioco a lei caro o qualcosa di suo che la lega alla casa.
Sia serena e non faccia trasparire la sua ansia, che vedrà sparirà.
Si congedi dicendogli che tornerà a riprenderla appena fatto quello che deve fare, comunque dandogli sicurezza.
Vedrà che pian piano si ambienterà e tutto sarà un ricordo dell'inizio.
Sono a sua disposizione e mi faccia sapere l'evoluzione
MS
...
zoom in

Pavor notturni


Sono episodi ella durata di 10-20' relativamente frequenti, il 60% dei bambini fra i 3 e i 6 anni, con spesso nessun ricordo dell'accaduto. Non è facile svegliare il piccolo , capitano nella prima parte del sonno e non sono da considerarsi patologici, cioè avere un substrato organico. Possono riproporsi anche in età adolescenziale. Non è possibile stabilire relazioni fra avvenimenti del giorno e il pavor notturno.
In casi con episodi che si verificano ad orari fissi è stata segnalata la possibilità di risvegliare il bambino 5/10 minuti prima.
in casi di particolare frequenza ed intensità possono essere somministrati farmaci.
Comunque è sempre da verificare dopo una visita del pediatra neurologo.
...
zoom in

Digestione faticosa


Gentile Lucia,
può essere solamente un quadro del tutto fisiologico specie a tre mesi e con crescita normale, ma se il dolore (specie notturno con risvegli)e rigurgito perdurano e non risentono di terapie con latti antireflusso e posturali, si puo prendere in considerazione l'effettuazione di eco addome ed eventualmente una ricerca per eventuale allegia al latte.


...
zoom in

Allergie respiratorie


No non ci sono effetti collaterali con l'uso prolungato, l'antistaminico può essere usato anche tutto l'anno. E' ovvio che l'uso è dettato dalla necessità clinica.
Le allergie non passano, possono migliorare, ma l'assetto allergico rimane.
Cordialità
Dott.Strano

...
zoom in

Maschietti


Gentile Elisa,
probabilmente si crea un quadro di lieve infiammazione/infezione.
Bisogna vedere se ci sono aderenze nel caso è possibile sbrigliarle con una manovra totalmente indolore con applicazione di EMLA. Se non vi sono aderenze la semplice infiammazione può essere risolta con applicazioni di garze imbevute di amuchina/steridrolo diluita.
Il manegiammento è cosa normale nei maschi da quando scoprono l'esitenza del loro pene. Se la cosa continua comunque una visita del pediatra è sempre utile.
...

Newsletter

(c) 2018 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini