Fiorentini si Cresce

La Bauta: la maschera del misterioso Carnevale di Venezia



Direttamente dalla Laguna della Serenissima, la nostra veneziana Rachel ci racconta quale è la maschera più misteriosa e ricca di segreti del suo Carnevale

La Bauta è la maschera più misteriosa del Carnevale di Venezia, è il travestimento veneziano del 1600 per antonomasia. Era uso comune indossare questa maschera come parte integrante dell’abito quotidiano indistintamente da uomini e donne di ogni ceto e condizione sociale.
La sua forma neutra garantiva il completo anonimato, succedeva così che nobili e plebei s’incontravano nello stesso luogo, superando l’etichetta imposta dalla società. La Bauta ebbe la sua massima fama nel settecento, quando si pensa a questa maschera, infatti, si ricordano personaggi celebri come Casanova o Mozart. L’origine della Bauta si perde nel tempo, abbiamo documenti che la citano già nel duecento, il nome deriva dal verbo tedesco Behüten, che significa “Proteggere”: protegge, infatti, chi la indossa da sguardi indiscreti.
La forma di questa maschera anticamente era chiamata “larva”: non è casuale poiché in latino significa “maschera teatrale”, ma anche “spettro”, che inquieta e tormenta i vivi. È dunque un nome circondato da un mistero che cela molti segreti. Si dice che venisse posta sul volto dei morti, diventando così una maschera funebre e non solo teatrale e pare addirittura che scacciasse gli spiriti maligni…
Buon Carnevale!
Rachel Valle © 2016

Inserisci un commento Caratteri rimasti:
Nome
EMail
Permetti la pubblicazione del tuo indirizzo email
Letto e Compreso Privacy

Newsletter

(c) 2018 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini